MELANCONIE E AMORI DI DEI E PASTORI

Share

Domenica 17 aprile 2016 ore 17
ASSOCIAZIONE CLAVICEMBALISTICA BOLOGNESE
Via Saragozza 86, Bologna

Cantate e brani per cembalo tra Bologna e Londra e gli azzurri scenari di Donato Creti
Musiche di G.F. Haendel, G. Bononcini, F. Campeggi, O.A. Ariosti

Immagini e testi a cura di Daniele Tonini (canto) ed Emanuela Marcante (clavicembalo)

banner

Prologo: la scena ha luogo tra Bologna e Londra: i musicisti Händel e Bononcini parlano di musica e colore e ragionano sul pittore Donato Creti, sulle sue Tombe Allegoriche destinate all’inglese Mc Swiny e sul grande quadro di Mercurio e Paride. E sulle figure femminili immerse nell’azzurro della sua pittura

Georg Friedrich Händel (Halle,1685- Londra,1759), Praeludium e Allegro dalla Terza Suite in re minore per clavicembalo HWV 438 (pubblicazione 1720)
Giovanni Bononcini (Modena,1670- Vienna,1747), Già tra l’onde il sol s’asconde, Cantata per voce di basso e b.c. (s.d., manoscritto proveniente dal Museo internazionale e biblioteca della musica di Bologna, testo di anonimo)

Prima scena, che tratta di mostri giganti, di amori e malinconie di dei e pastori con le storie di Argo e Polifemo e delle ninfe delle acque e delle selve. Con lo struggimento del canto e la rabbia della passione

G. F. Händel, Aria con cinque variazioni dalla Terza Suite in re minore per clavicembalo
G. F. Händel, O ruddier than the cherry, aria di Polifemo da Acis and Galatea, opera pastorale su testo di John Gay (1a versione 1739)

Seconda scena, che tratta dei misteriosi Dormienti di Donato Creti tra vita, morte e rigenerazione. E che racconta del mito di Chirone, del suo insegnamento e della sua scienza, e canta la storia tra cielo, natura e inferi di Plutone e Proserpina

Francesco Campeggi (Bologna ?- 1742), Sonata per il cembalo in sol minore, (s.d., manoscritto proveniente dal Museo internazionale e biblioteca della musica di Bologna, edizione a cura di Donata Bertoldi, Bologna, 2015)
Ottavio Attilio Ariosti (Bologna, 1666- Londra, 1729), Il ratto di Proserpina, Cantata per voce di basso e b.c., (s.d., manoscritto proveniente dal Museo internazionale e biblioteca della musica di Bologna, testo di anonimo)

 

I commenti sono stati disabilitati.