Per Santa Giustina

Un concerto per la Chiesetta
di Santa Giustina

Giavenale di Schio, domenica 16 giugno 2019, ore 18
A cura del Gruppo Amici di Santa Giustina

Arcangelo Corelli, Sonata IV op. V per flauto e basso continuo
Georg Friedrich Händel, Aria con variazioni in re minore dalla Terza Suite per clavicembalo
G. F. Händel, O ruddier than the cherry, aria di Polifemo da Acis and Galatea
—————–
Johann Sebastian Bach, Sonata mi minore per flauto e basso continuo BWV 1034
G. F. Händel, Passacaglia in sol minore dalla Settima Suite per clavicembalo
Attilio Ariosti, Il ratto di Proserpina, cantata per basso e basso continuo

Emanuela Marcante, clavicembalo
Daniele Tonini, flauto traverso

Santa Giustina della stessa contrada di Giuvenale, chiesa dei Ferri, famiglia nobile di Vicenza. Questa chiesa è antichissima, e si stima fosse de’ monaci di san Benedetto. Essendo per le guerre distrutta, un contadino (per quanto si dice per tradizione) cominciò a coltivare il terreno del Cemeterio, e fatti avidi gli eredi nel coltivarlo tutto, cavarono dal campo una gran montagna de sassi, ch’era in mezzo d’esso della chiesa distrutta, ma volendo arare quella parte, i bovi mai vollero entrarvi benché con ogni forza e industria vi fossero spinti; per il che quei contadini vendettero il detto campo a detti Ferri, quali per commodità loro determinarono fabbricarvi una chiesa con titolo di Santa Giustina. Nel cavar de’ fondamenti si trovò nel detto luogo un Crocifisso con 4 chiodi di bronzo d’altezza d’un palmo, una balla di marmo bianco, giudicato da intendente bellissimo, ed altre bellissime cose, che presso li medesimi si conservano, li quali sopra la porta hanno quest’iscrizione:
C(AIUS) CAMERIUS M(ARCI) F(ILIUS) / IIIIVIR [quattorvir] / PONTIFEX / SIBI ET / TERENTIAE L(UCII) F(ILIAE) (Caio Camerio, figlio di Marco, quattorviro e pontefice, (costruì) per sé e per Terenzia figlia di Lucio).

Francesco Barbarano de’ Mironi, Historia ecclesiastica della città territorio e diocese de Vicenza, Vicenza, 1762
Il testo della lapide è citato in Theodor Mommsen, Corpus Inscriptionum Latinarum, V, n.3129

Johann Sebastian Bach, Sonata in Mi minore per flauto traverso e basso continuo BWV 1034, Andante
Daniele Tonini, flauto traverso
Emanuela Marcante, clavicembalo
Giavenale di Schio 16 giugno 2019, Chiesetta di Santa Giustina

I commenti sono stati disabilitati.